In News

Siamo ancora qui, a parlare di amianto. È illegale de 26 anni, ma tutt’oggi rappresenta un problema e una minaccia per la salute di tutti. Ancora tanti, troppi edifici pubblici e privati, contengono amianto e richiederebbero immediati interventi di manutenzione, che prevedono la rimozione totale di questa sostanza e la messa in sicurezza dell’edificio, soprattutto quando le fibre che compongono questa sostanza, che sono dannose per la salute, si sfaldano e l’amianto si rompe a tutti gli effetti.

Il tutto è reso più difficile dalle trafile burocratiche, che allungano i tempi e non danno risposte certe, quantomeno non nella misura in cui se ne avrebbe bisogno. Sono passati anni dalla legge che ha messo al bando l’amianto, nel 1992, ma sono ancora molte le regioni che non hanno presentato il piano di smaltimento.

C’è ancora tanto da fare quando si parla di amianto e il problema è dell’Italia intera, che in ogni regione deve fare i conti con questa delicato e spinoso problema. La questione, ovviamente, non riguarda soltanto gli edifici pubblici, ma anche abitazioni, strutture ed edifici privati. È importante informare correttamente i cittadini sulle modalità di smaltimento di amianto e sull’importanza di provvedere subito e in completa sicurezza, senza perdere ulteriore tempo.

Se vi trovare nella condizione di dover bonificare e rimuovere l’amianto da un edificio, o dalla vostra abitazione, possiamo aiutarvi in ogni fase di questo delicato progetto. Ambeco opera attraverso una rete di partner specializzati nella bonifica e nello smaltimento; ci occuperemo per voi di ogni step del lavoro, in totale sicurezza, dal sopralluogo alla presentazione di tutti i documenti necessari da presentare presso gli uffici ASL di pertinenza.

3,881 Visite totali, 6 visite odierne

Post correlati