In News

Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità un emendamento che prevede lo stanziamento di 400 mila euro per mappare la presenza di amianto, purtroppo ancora diffuso in molti degli edifici pubblici e privati della regione.

La mappatura dovrebbe rappresentare il primo passo per le bonifiche future e sarà accompagnata da uno studio che avrà il compito di pianificare i costi e tutta la fase logistica accompagnata dalle fasi successive di bonifica e poi di stoccaggio.

È un tentativo, questo, per accelerare i tempi dovuti a un forte ritardo che riguarda l’analisi della situazione complessiva. Gli ultimi dati che abbiamo a disposizione sulla presenza dell’amianto in Lombardia sono i dati Arpa 2012 e oggi abbiamo a disposizione tutte le tecnologie necessarie per fare un doveroso passo in avanti e per renderci  conto di quanto amianto è presente nella regione e dove e in quali edifici è collocato.

La priorità di dare finalmente una svolta a questa situazione è stata sottolineata anche dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ha dichiarato che quella dell’amianto è una questione prioritaria per il ministero. I nuovi fondi permetteranno al consiglio della Regione di lavorare a stretto contatto con il ministero e noi tutti ci auguriamo che si possa presto arrivare a una soluzione.

Per noi di Ambeco quella dell’amianto è una battaglia seria e importante e per questo, tra i tanti servizi che proponiamo ai nostri clienti, ci dedichiamo anche allo smaltimento dell’amianto. Se vi trovate a dover smaltire dell’amianto e non sapete come muovervi nel grande mare di tutti gli adempimenti burocrati, non esitate a contattarci.

Ci avvaliamo di un network di esperti specializzati nella bonifica e nello smaltimento dell’amianto, compatto oppure friabile, e ci occupiamo di tutte le operazione necessarie, dal sopralluogo iniziale presso il cantiere alla presentazione di tutti i documenti necessari da presentare presso le ASL competenti.

1,602 Visite totali, 3 visite odierne

Post correlati