In News

Orami sono irrinunciabili nella vita di tutti, la loro funzione è quella di connettere le persone in ogni luogo e in ogni momento e sono considerati a tutti gli effetti una meraviglia della tecnologia. Ma ci siamo mai chiesti quanto inquina uno smartphone?

In media le persone cambiano telefono una volta ogni due anni e questo comportamento sta contribuendo a inquinare un pianeta già ammalato, in sofferenza e maltrattato dall’uomo. Lo dice una ricerca della McMaster University, secondo la quale i materiali che si trovano all’interno dello smartphone richiedono un consumo di energia pari a dieci anni di utilizzo del dispositivo per essere estratti. Un disastro, per dirla senza giri di parole.

Non importa, quindi, se le vendite degli smatphone calano, dal momento che le persone cambiano telefono troppo spesso e considerando che i nuovi modelli sono sempre più grandi, sempre più potenti e destinare a incidere sempre di più sull’impronta ecologica.

A nulla servono, al momento, i programmi di riciclo: viene riciclato meno dell’1% dei dispositivi in circolazione. Nel 2007 il settore ICT era responsabile dell’1% delle emissioni di gas serra globali e purtroppo, oggi, questa percentuale si è triplicata, con una stima di raggiungimento del 14% nel 2040.

Ma la colpa non è solo degli smartphone. Ci sono anche i tablet, i pc, server e data center, che nel 2020 rappresenteranno il 45% delle emissioni del settore ICT. E noi, questo andamento disastroso, proprio non possiamo permettercelo!

Cosa possiamo fare quindi? La speranza, per prima cosa, è che le aziende tecnologiche decidano di virare nella direzione delle energie rinnovabili, come già hanno cominciato a fare.

Noi, invece, come consumatori nel nostro quotidiano possiamo pensarci due volte la prossima volta che decidiamo di acquistare un nuovo smartphone e, magari, limitarci a sostituire soltanto la batteria o a cambiare telefono ogni tre anni e non ogni due.

La nostra realtà aziendale, invece, può esservi d’aiuto se siete un’impresa che deve smaltire hardware o materiali elettrici. Non improvvisate, ma affidatevi a un servizio tempestivo e professionali. Chiedeteci un preventivo o maggiori informazioni e saremo felici di aiutarvi a smaltire i vostri materiali nel modo corretto e a norma di legge.

975 Visite totali, 7 visite odierne

Post correlati