In News

Questa volta parliamo di caldaie. Di caldaie a gasolio, in particolare. La realtà è questa: è dimostrato che le caldaie a gasolio inquinano più delle auto e, per il bene dell’ambiente, sarebbe opportuno smaltirle.

Le caldaie a gasolio si alimentano di combustibili liquidi e sono molto diffuse nelle zone in cui il clima è molto rigido. Nelle case di montagna, per intenderci, dove il gas non ha una rete propria e la caldaia a gasolio riscalda e produce acqua calda nello stesso tempo. Sì, non fa una piega, ma anche vero che questo impianto inquina, e anche molto.

Nonostante le nuove regolamentazioni che riguardano il tema delle emissioni, gli impianti di riscaldamento nelle case sembrano vivere una realtà a sé, con il risultato, che le caldaie a gasolio continuano a esistere, e a inquinare, ancora oggi.

Per quanto riguarda il Comune di Milano, l’Amministrazione ha già fatto sapere di voler fare letteralmente la guerra a impianti di questo tipo. Entro ottobre 2023 le caldaie a gasolio dovranno essere dismesse e bonificate e i cittadini hanno circa 5 anni di tempo per mettersi in regola con le nuove disposizioni.

Perché farlo? Per prima cosa perché ce lo chiede la legge. Poi c’è la questione dell’ambiente; se una caldaia a gasolio inquina e abbiamo un’alternativa, perché non utilizzarla. E i costi? Veniamo anche a questo. Ci saranno degli incentivi per la rottamazione della vecchia caldaia e la giunta ha stanziato per questo circa 20 milioni di euro.

Proprietari, condomini e aziende potranno accedere a un contributo a fondo perduto in base al costo sostenuto per realizzare il progetto. In totale, si stima che i cittadini possano ottenere tra il 5% e il 20% dei costi totali, variabili in base al tipo di intervento e alla tecnologia scelta. Insomma, nel 2023 gasolio ridotto a zero ed emissioni dimezzate, si spera.

Se non sapete da che parte cominciare, siamo qui per questo. Ci occupiamo di dismissione di caldaie e serbatoi e affianchiamo i nostri clienti in ogni fase del progetto, dalla predisposizione della documentazione necessaria alla fase di bonifica operativa. Per un preventivo o anche solo per informazioni aggiuntive non esitate a contattarci!

6,777 Visite totali, 2 visite odierne

Post correlati