In News

Quella dei siti contaminati è una vera e propria piaga, un pericolo ambientale e per la salute dell’intera comunità, che va combattuto con impegno e responsabilità, in tutte le regioni in Italia, anche quelle che potrebbero sembrare le più insospettabili come la nostra, la Lombardia.

La Lombardia è infatti una regione moderna e all’avanguardia per diversi aspetti e proprio per questo ci rattrista particolarmente la notizia del triste primato che questa regione detiene in fatto di siti contaminati.

Il contesto è quello del panorama industriale; capannoni vuoti, silos arrugginiti, vecchi distributori di benzina e fabbriche ormai chiuse. La Regione, purtroppo, ha censito ben 888 siti contaminati e il record si concentra soprattutto nella città di Milano e nell’hinterland milanese.

Ci sono poi le falde acquifere contaminate da ex acciaierie, ci sono le discariche e anche diverse cave piene di scarti in attesa di recupero. Anche Brescia, dopo Milano, conta circa 88 siti contaminati, seguita subito dopo dalla città di Varese, che conta 79 siti da mettere in sicurezza, e da Bergamo.

Qui in Ambeco, con il nostro lavoro e le nostre competenze, ci mettiamo a disposizione di chiunque voglia valutare lo stato di contaminazione di un’area, in seguito a una dismissione o nell’ottica di fare delle valutazioni per la modifica d’uso dell’attività. Qualsiasi sia il vostro problema, noi abbiamo la soluzione più adatta per le vostre esigenze. Contattaci per chiederci maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!

11 Visite totali, 11 visite odierne

Post correlati