In News
Londra, ancora una volta protagonista del progresso e della rivoluzione ecologica. Dopo il super grattacielo costruito con i rifiuti di chi ci vive, infatti, la capitale inglese sta per rendersi fautrice di un altro, innovativo progetto: una rete stradale di dieci superstrade riservate ai ciclisti, battezzata SkyCycle dal nome del suo inventore, l’architetto superstar Norman Foster.
Secondo il progetto, le vie ciclabili saranno realizzate in sospensione sopra le linee ferroviarie suburbane (da qui il nome SkyCycle), secondo una struttura a tre piani, per un totale di 221 chilometri e oltre 200 punti di accesso. Naturalmente, queste strade saranno vietate ai mezzi a motore, e la loro costruzione prevederà un investimento di oltre 22o milioni di sterline.
Se il progetto sarà realmente realizzato, diventerà la concretizzazione di quello che tutti i ciclisti sognano: una via di scorrimento veloce, senza i pericoli della strada, senza lo stress del traffico, delle auto e degli autobus senza l’inquinamento ravvicinato dei tubi di scappamento, che rivoluzionerà in via definitiva il modo in cui abbiamo sempre vissuto la “ciclabilità urbana”.

1,618 Visite totali, 2 visite odierne

Post correlati