In News

 

Il supporto al Micro-Val Project

Ambeco, quale operatore nel settore “Ambiente” ed “Ecologia” (tanto da farne il nome della propria azienda) sostiene da diversi anni iniziative legate alla tutela dell’ambiente e dei mari in particolare, e quest’anno, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, intendiamo incrementare il nostro sostegno alla lotta contro i rifiuti provenienti dalla plastica, primo elemento dannoso per gli Ecosistemi marittimi e non solo, attraverso il sostegno ad un progetto a forte impatto ecologico.

 

Micro-Val: il primo trattamento italiano di degradazione microbiologica della plastica a base di polietilene

L’iniziativa che intendiamo promuovere è Micro-Val Project, che ha l’obiettivo di eliminare la plastica a base di polietilene che contamina i rifiuti organici attraverso lo sviluppo di un processo biologico a basso impatto ambientale.

E’ stato infatti osservato che nella raccolta differenziata e in particolare nella raccolta dell’umido, circa il 5% dei rifiuti organici è costituito da materiali non biodegradabili (oggetti in plastica, borse in plastica, metalli, sassi, e inerti) e due terzi di questi materiali sono materiali plastici, per la metà provenienti da imballaggi.

Grazie alle capacità di alcuni Microrganismi in grado mangiare i rifiuti di plastica, è possibile eliminare quelle componenti che non si riescono ad annullare in maniera efficiente con le tecnologie a disposizione.

Il team di progetto, afferente al Laboratorio di microbiologia della professoressa Patrizia Di Gennaro presso l’Università Bicocca di Milano, è guidato da Jessica Zampolli, a cui si affiancano Alessandra De Giani, Elena Collina, Marina Lasagni, si pone proprio l’obiettivo di individuare tali microrganismi, che si sviluppano grazie al polietilene,  e valutare se raccogliendo materiale plastico già selezionato dai rifiuti organici tali organismi riescano a crescere e ottimizzare il processo che consenta loro di “digerire” tali materiali.

 

Sosteniamo insieme il Progetto Micro-Val

Micro-Val, lanciato dal programma #BiUniCrowd della Bicocca, ha promosso una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal basso che dura fino al 21 giugno:

www.produzionidalbasso.com/project/micro-val-microrganismi-per-la-valorizzazione-di-rifiuti-della-plastica/

Con i fondi raccolti sarà possibile realizzare su scala di laboratorio le prime prove per eliminare o trasformare la plastica a base di polietilene ritrovata all’interno dei rifiuti organici, grazie all’azione dei batteri. E inoltre si potrà valutare la successiva implementazione del processo a scala di impianto di smaltimento di rifiuti.

 

 

Post correlati