In News

Abbiamo deciso di intervistare la giovane donna, mamma e manager, in occasione della Festa della Donna.

 

Buongiorno Ylenia, ci racconti un po’ di te e di come hai iniziato il tuo percorso di imprenditrice nel settore ambientale? 

Tutto iniziò nel 2007, quando dopo maturità di perito aziendale ho deciso di iniziare il mio percorso lavorativo nell’azienda di famiglia, che ha una tradizione di oltre 50 anni nel settore ambientale. Sono così diventata “l’ombra” di mio padre e da lui ho appreso gran parte, se non tutto, ciò che oggi sono in grado di fare.

All’inizio non ti nascondo essere stata un’esperienza parecchio sfidante: sono stata letteralmente “catapultata” nell’universo della gestione ambientale, con tutte le sue norme, processi, certificazioni. Ciò ha richiesto enormi sacrifici, soprattutto per una ragazza di 19 anni, che ha dovuto rinunciare a gran parte del proprio tempo libero per partecipare a corsi di formazione, aggiornamenti, senza contare le ore trascorse in ufficio.

Penso però positivamente a quel periodo, perché mi ha dato la solidità per sognare più in grande e aprire un’attività con i miei fratelli: è così che è nata Ambeco.

 

Fare impresa è scritto nel tuo DNA, la tua famiglia ha fondato Cormet negli anni ’70, quali sono gli insegnamenti più preziosi che hai imparato dalla tua famiglia su come gestire un’azienda?

Impegno e dedizione sono alla base di tutto. Gestire i cambiamenti che le norme ti impongono è quello che mantiene la tua azienda sulla vetta. A volte è più facile rinunciare che riuscire a cambiare: non per noi. Le novità pur complicate ci hanno sempre dato la spinta per fare sempre meglio.

Ho imparato che quando si devono prendere decisioni la scelta più difficile e più faticosa è quasi certamente quella migliore. Per me ha sempre funzionato.

 

Entriamo nel vivo del tuo lavoro, ce lo puoi descrivere?

Mi occupo principalmente di aggiornamenti normativi in ambito ambientale, sicurezza sul lavoro e gestione delle certificazioni aziendali.

Inoltre, quale amministratore dell’azienda, insieme ai miei fratelli, impartisco direttive sulla gestione alle varie funzioni di staff Ambeco.

Ciò non mi esime dall’occuparmi anche di aspetti più operativi: fornisco supporto ai nostri clienti nella gestione della documentazione necessaria per la gestione dei loro rifiuti, dall’ottenimento delle autorizzazioni al trasporto alla spiegazione di come si compila un formulario di identificazione dei rifiuti o un registro di carico- scarico.

Tengo monitorate le scadenze delle autorizzazioni, delle analisi, ecc. Oltre questo, gestisco le varie incombenze che si presentano durante la giornata. Non è facile descrivere in qualche riga la complessità del mio lavoro.

 

Sappiamo che oltre imprenditrice sei anche mamma, qual è il segreto per conciliare famiglia e lavoro?

Ammetto che non è sempre facile. Si corre dal momento in cui suona la sveglia la mattina e a volte si finisce quando mio figlio dorme già da qualche ora, ma fortunatamente non è sempre così. Sicuramente il segreto è avere tanta pazienza, avere chiari gli obiettivi che si vogliono raggiungere ed imparare a farsi supportare da tutto il team di lavoro, cosa che sto imparando tuttora.

 

Che consiglio daresti ad una giovane donna che si affaccia al mondo del lavoro?

Sulla base della mia esperienza, il mio consiglio è quello di non smettere mai di cercare di imparare cose nuove, di impegnarsi sempre come il primo giorno e saper condividere le proprie esperienze e “il proprio sapere” con tutto il team di lavoro.

Iniziare con un impiego che magari non è ciò che sai fare alla perfezione, ma che ti consentirà di metterti in gioco e di crescere.

Importantissimo cercare un ambiente sano e collaborativo, che ti dia la possibilità di divertirti pur mantenendo al primo posto la serietà e il grande impegno richiesti.

 

Ringraziamo Ylenia per questa intervista e per i preziosi spunti che ci ha fornito.

 

Post correlati
Smaltimento Macerie Edili Milano: Una guida pronta all'uso!